Teatro a Verona

Doris Lessing a Verona con la lettura teatrale di Francesca Botti

Doris Lessing sarà la protagonista della lettura teatrale “BEN” di Francesca Botti, modus, sabato 30 novembre ore 21.15. Francesca ci presenta in questa intervista il suo lavoro.

Francesca, che cosa farai al Modus?

A Modus presenterò “Ben”, una lettura teatrale con accompagnamento musicale tratta da due romanzi di Doris Lessing, premio Nobel per la letteratura 2007: “Il quinto figlio” e “Ben nel mondo”.

La lettura è interpretata da me con l’accompagnamento di Paolo Marocchio alla chitarra elettrica, mentre i suoni e le tracce audio sono di Pierpaolo Pilla.

Perché venire a vedere BEN al Modus?

Innanzitutto perché trovo Doris Lessing una scrittrice eccezionale che merita di essere ascoltata e promossa. Quando sono stata invitata a partecipare a “Fiato ai libri”, una bella rassegna di letture teatrali nella provincia di Bergamo, non ho avuto dubbi: volevo immergermi nei suoi testi!

Il lavoro di adattamento teatrale mi ha portata a non separare “Il quinto figlio” da “Ben nel mondo” sebbene siano stati scritti con 12 anni di differenza.

Il protagonista, infatti, è sempre Ben: nel primo romanzo è strettamente legato alla figura materna e alla famiglia, nel secondo viene a contatto con il mondo esterno. Evidentemente le tematiche trattate per l’autrice continuavano ad essere attuali e importanti: il ruolo della donna, la famiglia, la diversità, la solitudine…

A chi è rivolto lo spettacolo?

Lo spettacolo è rivolto a chi ama ascoltare e lasciarsi travolgere dalle immagini e dalle vicende che io e Paolo tenteremo di offrire. La lettura ad alta voce è un omaggio alla parola, all’ascolto e invita lo spettatore ad abbandonarsi e a crearsi un suo personale immaginario.

Perché portare Doris Lessing e BEN proprio al modus?

Ho chiesto ad Andrea Castelletti se aveva uno spazio nel suo calendario per questa lettura e lui aveva proprio in mente una rassegna di letture teatrali: direi che si è trattato di tempismo perfetto! Inoltre sono solita presentare lavori più comici che drammatici: ci tenevo anche a sperimentarmi sulla mia città in questa veste e contavo che Modus accogliesse questo mio desiderio.

Quali sono le tue aspettative?

Aspettative… mai! Vorrei divertirmi e divertire il pubblico che verrà. Intendendo per divertimento quello che amo del mio lavoro: raccontare storie e farle arrivare nel miglior modo possibile a chi le ascolta.

BEN: Doris Lessing, Francesca Botti

« Lui era là accucciato e la fissava… Sentì i capelli che le si drizzavano sulla nuca e un brivido freddo percorrerle tutto il corpo… una reazione istintiva perché, razionalmente, non ne aveva nessuna paura. E tuttavia era irrigidita dal terrore.
“​Ben,” disse piano, con un tremito nella voce. “Ben,” ripeté, con un’enfasi particolare, come per richiamarlo entro i confini di un mondo noto e insieme porre sotto il suo controllo quella pericolosa mansarda, da cui era partito per tornare a un remotissimo passato, che non conosceva essere umani.»

Chi è Ben Lovatt? Una creatura primitiva e brutale. Un diverso che non riusciamo a incasellare in nessuna tipologia di umano. Solo. Difficile provare empatia per questo essere violento, che distrugge la tanto desiderata felicità di una numerosa famiglia borghese. Chi si occuperà di Ben?

Francesca Botti

Francesca Botti

Attrice diplomata alla Scuola d’arte Drammatica “Paolo Grassi” di Milano nel 2001, da anni lavora con compagnie teatrali venete e lombarde in produzioni per ragazzi e per il serale in tournée su tutto il territorio nazionale. Parallelamente auto​produce suoi spettacoli prediligendo il rapporto diretto con il pubblico, la narrazione comica e approfondendo le sue conoscenze nel canto.

Lavori più recenti come attrice: Lea nello spettacolo «Cattivissima I – II» di e con Natalino Balasso e Orsetta ne “Le Baruffe Chiozzotte” regia Paolo Valerio, entrambe produzioni del Teatro Stabile del Veneto. Ultimo spettacolo: “Jezabel” regia Paolo Valerio, produzione Teatro Nuovo Verona e Teatro Stabile Napoli, debutto gennaio 2020. Online: http://www.francescabotti.it/.

Paolo Marocchio

Musicista polistrumentista, produttore discografico ed organizzatore di eventi. Da oltre venti anni si occupa delle musiche del mondo con particolare attenzione alla musica di tradizione orale e popolare con progetti legati alle musiche del mediterraneo, dell’area balcanica, dell’Africa, dell’India, del Brasile suonando anche tango e reggae. Attualmente è impegnato nel progetto “Contrada Lorì” che rielabora il repertorio tradizionale veronese
con brani originali in dialetto. Per molti anni ha suonato anche musica rock e sperimentale. Numerose sono le sue esperienze in ambito teatrale come musicista.

Main Sponsor e Partner della Stagione Culturale

Valpolicella Benaco Banca Modus Verona sito
In collaborazione con
Partner Tecnici
Grafiche Aurora MODUS sponsor OFFICIAL-m2app-Modus Verona per sito