Blog

Gissa Màissa di Teatro Impiria a modus: ce ne parla Andrea Castelletti

Gissa Màissa a modus verona

Andrea Castelletti, direttore artistico di modus, in questo post ci parla, nelle vesti invece di produttore dello spettacolo, di Gissa Màissa, in scena a modus.

Gissa Màissa a modus

  • Che cosa farai a modus

Celebriamo l’arrivo del freddo inverno – finalmente! – con uno spettacolo dal sapor di montagna.

“Gissa Màissa” si basa infatti sui miti e tradizioni del popolo cimbro, che con la sua parlata tedesca da mille anni vive sulle nostre montagne sopra Verona.

Ma dalla microstoria locale di questo popolo, raccontata in una maniera fiabesca, si arrivano a comprendere i moti uni versali che muovono l’uomo, sempre alla ricerca di una vita migliore, che da un’esistenza legata alla terra si è poi incivilito, quindi imborghesito, perdendo quel legame vitale con ciò che viene dalla natura e quindi perdendo la sua identità.

  • Perché vedere Gissa Màissa a modus

Perché è uno spettacolo suggestivo di atmosfere silvestri e fiabesche, ottimamente recitato da Chiara Rigo, la bella fata Gissa Màissa che appare in una notte di plenilunio e infonde conoscenza e sapienza all’uomo grezzo, e da Sergio Bonometti, il montanaro Konrad che apprende le arti e i mestieri per farne un uso egoistico a discapito della socialità.

Un allestimento curato e raffinato, a cura di Antonio Canteri che esegue anche le musiche in scena, fratello di Raffaello compianto uomo di cultura tra i più grandi che Verona abbia espresso nelle seconda metà del secolo scorso.

  • Quindi, a chi è rivolto Gissa Màissa?

A chi vuole lasciarsi trasportare in epoche lontane, andando a ritroso nella tradizione cimbra, tanto amata da tutti i veronesi, per scoprire le verità più attuali che riguardano l’uomo e il suo agire al giorno d’oggi.

  • Perché proprio a modus?

Perché è la “casa” del Teatro Impiria, tanto voluta cercata e costruita con passione e impegno di risorse del Teatro Impiria e di tutto il suo pubblico, raccolto negli anni, che ha partecipato con donazioni e con prestazioni d’opera per la realizzazione di Modus.

“Gissa Màissa” è stato l’ultimo spettacolo scritto da Raffaello Canteri, guida spirituale del gruppo sin dalla sua nascita e costituisce una sorta d testamento teatrale, di ultimo messaggio lanciato da Raffello al suo pubblico teatrale.

È questo un modo per ricordare il pensiero colto e profondo di Raffaello, replicando in un teatro che lui avrebbe benedetto e che esiste anche grazie alla sua opera.

  • Quali sono le tue aspettative?

Che il maggior numero di veronesi vengano a cogliere questa imperdibile – probabilmente l’ultima – possibilità di vedere “Gissa Màissa”, che si commuovano, divertano e entusiasmino per questo gran bello spettacolo

Ti Piace? Condividilo!

0 comments on “Gissa Màissa di Teatro Impiria a modus: ce ne parla Andrea Castelletti

Leave Comment