Teatro

Nucleo Teatro dell’Oppresso di Verona

INGRANAGGI IMPERFETTI

con Marlis Bordato, Stefano Cacciola, Roberta Cocuzza, Rosaria Donadei, Stefano Donini, Sara Marchesini, Silvio Scuccimarra, Ester Trivella
regia Enrico Reo
Teatro Verona
Teatro interattivo in cui il pubblico è invitato a esplorare, in modo partecipato e attivo, i temi rappresentati dagli attori.

“Tutti possono fare teatro,
anche gli attori. E il teatro
può essere fatto dappertutto,
anche in teatro”
Augusto Boal


Il Teatro dell’Oppresso è una forma interattiva di Teatro sociale elaborata da Augusto Boal in Brasile negli anni ’60 e diffusasi in Europa negli anni successivi.

Con il dispositivo del Teatro-Forum, Boal reinventa il teatro abbattendo la parete che separa il pubblico dagli attori. Lo spettacolo diviene così una emozionante ed efficace forma di conoscenza e di linguaggio teatrale volto alla trasformazione della realtà interiore, relazionale e sociale.

Attori e pubblico entrano in relazione in modo diretto e coinvolgente sulla scena, attivando un vero e proprio dibattito teatrale.

Lo scopo non è quello di dare una risposta a un problema apparentemente senza soluzione, quanto piuttosto di scoprire insieme le molteplici risposte possibili e di stabilire un confronto e uno scambio. In questa prospettiva, il ruolo del pubblico è fondamentale: gli spettatori sono chiamati a partecipare attivamente all’evento scenico e a modificarlo con le proprie riflessioni e proposte.

“Ingranaggi Imperfetti” presenta cinque scene in successione, in ognuna delle quali viene espresso un conflitto, rappresentato una prima volta dagli attori davanti al pubblico.

Alla fine della rappresentazione, il pubblico è invitato a partecipare attivamente, intervenendo in scena singolarmente, per esprimere il proprio punto di vista sul tema proposto e partecipare alla trasformazione degli “ingranaggi” rappresentati.

Può sostituirsi o aggiungersi a un attore, dando vita ai propri pensieri e ai propri conflitti, animando così nuovi personaggi e nuove situazioni.

Un joker coordina gli interventi portando l’esplorazione e gli spunti di riflessione il più lontano possibile.


 

CONDUTTORE/REGISTA 

Enrico Reo, conduce il gruppo di Teatro dell’Oppresso da dieci anni. È uno psicoterapeuta di formazione psicoanalitica e, dopo il triennio di formazione presso la scuola di recitazione del Teatro Nuovo di Verona, ha unito queste due anime utilizzando il teatro come strumento terapeutico all’interno di diverse istituzioni sanitarie.

L’approdo al Teatro dell’Oppresso, avvenuto nel 2006, definisce e integra le connessioni tra il mondo artistico, la psicoanalisi e l’importanza e la responsabilità di essere cittadino della polis.

in calendario


Assicurati subito il tuo posto acquistando il biglietto in prevendita o cliccando su Prenota.

Per riduzioni sui biglietti, promozioni e convenzioni si veda la pagina biglietti

Per essere sempre aggiornato su variazioni e novità del calendario, iniziative e promozioni puoi ricevere la newsletter settimanale di modus per email e/o con broadcast whatsapp.
Clicca qui per iscriverti

Attenzione - Le date potrebbero essere solo indicative. Le date potrebbero subire repentini cambiamenti. Si raccomanda di verificare sempre il calendario in prossimità della data di interesse.

Main Sponsor e Partner della Stagione Culturale

Lazzarini-pneuservice-Modus-Verob-Castelletti
In collaborazione con
Partner Tecnici
Grafiche Aurora MODUS sponsor OFFICIAL-m2app-Modus Verona per sito Musitek-Modus-Verona-Teatro-Castelletti