Teatro

Impiria

Le sedie

di Eugéne Ionesco
con Gherardo Coltri, Michele Vigilante
e Thomas Zanoni
regia e costumi Gherardo Coltri
acting coach Laura Murari
scenografia Luca Altamura e Paola Muccio
consulenza musicale Giorgio Bagnoli
Teatro Verona
Una farsa tragica di incredibile attualità per questi infausti tempi nostri. Venite, prendete posto sulla vostra sedia per ascoltare le "verità essenziali" che il Vecchio avrà da dire.

Due personaggi, il vecchio e la vecchia, preparano freneticamente le sedie per una conferenza che rivelerà le scoperte del vecchio sul senso della vita. Gli ospiti invitati sono tutti, ovvero tutte le persone del mondo.

Attraverso due soli attori in scena si fanno vivere una miriade di personaggi

Lo spettacolo è un tentativo di andare al di là dei limiti del dramma. Utilizzando la parodia e l’eccesso, la commedia – a tratti comica, a tratti grottesca, a tratti drammatica –  pone al centro l’uomo nel suo problematico e conflittuale rapporto col mondo, che minaccia di opprimere la sua spiritualità e individualità. L’ironia ed il tono caricaturale sono lo strumento con cui viene esorcizzata tale disperazione. …”Perchè bisogna essere disperati per arrivare ad un barlume di verità”.
Ecco che la comicità di Ionesco può apparire uno sberleffo: testimonia, mistifica e grida lo smarrimento e le sue paure, atteggiate talora baroccamente talora infantilmente.
Con una costante tensione sperimentale nella struttura e nei modi del linguaggio teatrale, il lavoro di basa più che su una trama ed azioni, su giochi di parole spesso a lambire il nonsense, in una forma teatrale che mette soprattutto in evidenza l’incapacità dell’uomo a comunicare, a capirsi e a capire l’altro. Teatralmente l’invenzione è spericolata. Attraverso il linguaggio, i gesti, la recitazione, gli accessori si va ad esprimere il vuoto, l’assenza, i rimpianti, i rimorsi, l’irrealtà del reale, il caos originario.

Ionesco, uno dei massimi esponenti del Teatro dell’Assurdo, definì il mondo e la condizione umana con un solo aggettivo: assurdi.

…quindi: buon divertimento!

Le Sedie Teatro Impiria Verona

…tra i commenti:

Anche Thomas si è calato alla perfezione nello spettacolo e il fatto che sia stato lui ad azionare l’avanzamento della marea è anche una metafora del giovane, il nuovo, che prende il posto del passato. Ci è piaciuto che la sua lingua sia incomprensibile: i vecchi non comprendono i giovani e  i loro linguaggi e sommergono le generazioni passate con la loro forza e vitalità


DATI DI PRODUZIONE

Spettacolo tutelato; con musiche non tutelate

Anno di produzione: 2022
Numero repliche: 9
Luoghi di replica: Verona

Video Spettacolo integrale:


Main Sponsor e Partner della Stagione Culturale

Main Sponsor di Stagione
BCC Valpolicella Benaco 2022-23 Perlini Workwear Modus Teatro Verona Lazzarini-pneuservice-Modus-Verob-Castelletti
Sponsor Tecnici
Grafiche Aurora MODUS sponsor OFFICIAL-m2app-Modus Verona per sito

repliche compiute

  • ven 01 apr 2022
  • sab 02 apr 2022
  • dom 03 apr 2022
  • mer 06 apr 2022
  • gio 07 apr 2022
  • ven 08 apr 2022
  • sab 09 apr 2022
  • dom 10 apr 2022
  • mer 13 apr 2022
  • ven 28 ott 2022
  • sab 29 ott 2022
  • dom 30 ott 2022
  • lun 31 ott 2022
  • mar 01 nov 2022