Teatro

Orti Erranti

Teatro a Verona

Le ultime lune

di Furio Bordon
con Gherardo Coltri,
Laura Murari e Andrea Castelletti
regia collettiva
scene di Luca Altamura
costumi di Gherardo Coltri
Teatro Verona
Una commedia poetica e toccante, imperlata di sapienza e ironia.
Un anziano professore affronta la vecchiaia sublimando le ore di solitudine in una dimensione di rievocazione interiore di quell’arte di cui si è permeato nel corso della sua vita. Ascolta Bach e parla con la moglie, anzi, con il suo ricordo. All'arrivo del figlio comincia tra i due una schermaglia verbale intessuta di rancori e incomprensioni, ma anche di irresistibili scherzosità e dolcezze.


A TEATRO DI SICURO!
A TEATRO IN SICUREZZA…

CLICCA QUI PER LE DISPOSIZIONI ANTICOVID ADOTTATE DA MODUS 


“Dicono che a sognare sono i giovani, ma non è vero. Quelli dei giovani non sono sogni, ma progetti e speranze. Le cose che immaginano sono tutte possibili, tutte realizzabili. Solo i vecchi immaginano cose che non accadranno mai, i veri sognatori sono loro.”


|

L’uomo attende il figlio che lo accompagnerà in una casa di riposo. Una sua scelta lucida, definitiva, irrimediabile, dettata dal desiderio di non essere di troppo. Nella sua camera attende, osserva, ricorda, sogna, affronta la vecchiaia e la prossima solitudine idealizzandosi in una dimensione artistica. E parla con sua moglie, anzi, con il suo ricordo, dal momento che lei è morta molti anni prima, ma è sempre al suo fianco.
All’arrivo del figlio si consuma il contrasto di due uomini che appartengono a due mondi diversi che non parlano la stessa lingua, quello vecchio e quello nuovo,

|

La scenografia si riverbera di opere che rimandano ad artisti che hanno intessuto d’arte la vita del protagonista, tra i tanti: Rothko, Burri, Ceroli, Warhol, Ferroni.

|

– Mi piaceva la famiglia di Paperino, volevo essere uno dei tre nipotini. E oggi, dopo sett’anni, ho scoperto di non aver cambiato idea. Dovessi essere un altro, sceglierei come allora…
– Quale dei tre, Qui, Quo o Qua?
– Qua! …Le torte di nonna Papera …lo sciroppo di acero …i Natali pieni di neve con i paraorecchi a batufolo …il manuale delle Giovani Marmotte, con dentro le soluzioni a tutti i problemi del mondo…
– Quindi vivi così, fra Paperino e Bach?

|

Il testo è stata l’ultima prova d’attore di Marcello Mastroianni che la interpretò a teatro nella stagione 1995/96 e cavallo di battaglia di un altro decano delle scene, Gianrico Tedeschi.

|

– Le mie idee non circolano più: sono moneta fuori corso. La mia bella cultura, solida e svettante come una cattedrale, è diventata merce da rigattiere. E la chiave d’oro che i miei maestri mi avevano consegnato per spalancare il mondo, non funziona più. Mi hanno cambiato la serratura sotto il naso… I concetti che consideravo importanti, oggi sono marginali, l’arte che amavo è superata, i sentimenti che mi commuovevano sono diventati ridicoli e ciò che sembra ridicolo a me non fa più ridere nessuno.
– Perché non ne hai mai parlato con nostro figlio?
– Appartiene al nuovo mondo e ha il diritto di non capirmi. Dunque è meglio non insistere. Si corre il rischio di diventare noiosi.


RASSEGNA STAMPA

L’Arena del 12 Maggio 2021

di Michela Pezzani  

La parola che graffia e consola de «Le ultime lune» al Modus

Accompagnato dalla musica di Johann Sebastian Bach, l’ultimo spettacolo della compagnia Modus, «Le ultime lune» è in scena per tre repliche stasera e domani (14 e 15 maggio) alle ore 20 e domenica alle 18 nello spazio dell’omonimo teatro di Piazza Orti di Spagna (zona San Zeno). Da non perdere per la sua intensità che accarezza, graffia e torna a consolare, il dramma poetico tratto dal testo di Furio Bordon, tocca il delicato tema della vecchiaia e del passaggio di un uomo rimasto vedovo dell’amatissima moglie, dalla dimora di una vita alla casa di riposo. Egli non vorrebbe ma il figlio, seppure con sensi di colpa e antichi rancori col papà, lo rassicura e lo accompagna.

Gherardo Coltri è la figura portante della storia accanto ai bravi Laura Murari e Andrea Castelletti in una commedia che gode di una efficace regia collettiva sviluppata dai tre artisti e che dona al pubico emozioni indelebili. La naturalezza di Coltri nel recitare tra malinconia e sapiente dosaggio di ironia, mai sarcasmo, ci trasposta in una dimensione realistica nella quale non è difficile immedesimarsi dato che il vissuto espresso riguarda tutti, ossia il tema del tempo che passa e trasforma tutto a partire da noi stessi, nel corpo che nell’anima. Il gioco a incastro tra presente, passato e futuro si fonda principalmente sul dialogo costante fra moglie defunta e marito intento a preparare la valigia con destinazione istituto per anziani ed è la pulizia scenica di Luca Altamura a far emergere il colore emotivo della solitudine e del “come eravamo” condensati da Coltri, oltre che attraverso l’eloquio, anche nell’elegante vestito da lui realizzato per il personaggio della sua signora: un modello suggestivo che fonde un tubino nero ad un manto celeste di Madonna.


I COMMENTI DEL PUBBLICO

“Mi è piaciuta molto la recitazione di Castelletti, naturale e credibile. Coltri credibilissimo. Ha fatto sembrare Mastroianni impostato. Davvero una bella sorpresa per me che non lo conoscevo. Grazie per la bella serata!” Lalli

“È uno spettacolo commovente… Molto forte… Che fa pensare e che fa venir voglia di correre a casa dai propri genitori e riempirli di abbracci… Di dire ‘io non ti lascerò mai‘… Complimenti di cuore a Gherardo Coltri che sa ‘passare’ al pubblico ogni singola parola, ogni emozione, ogni silenzio. Andrea Castelletti convincente e totalmente dentro la parte… Laura Murari che sa sempre commuovere anche solo con il suo sguardo, presenza eterna e totale… Grandi! Spettacolo da non perdere ❤️” Consuelo

“Bravissimi tutti, ma Coltri veramente emozionante! Complimenti sinceri” Michele

“Ho ascoltato metà dello spettacolo ad occhi chiusi e già solo le voci mi raggiungevano vibranti di suggestioni. Poi li aprivo e coglievo immagini forti e dirette, di un’efficacia unica. Grazie per le emozioni che mi regalate…” Sabrina

“Bravi veramente. Strepitoso Gherardo Coltri. Avrei applaudito ben più a lungo 👏🏼👏🏼👏🏼” Patrizia

“Lo spettacolo mi è proprio piaciuto. Una bella amalgama di interpretazione tra i tre attori. A differenza di quanto mi aspettavo avendo letto la presentazione, non è triste: è intenso, toccante e su un tema forte… ne sono uscito rafforzato e con una bella lezione di vita in tasca. E dopo una tale astinenza da spettacoli, poterselo godere a un metro dal palco ha aumentato l’emozione. Bello ! Forza !” Giovanni

“Spettacolo bellissimo e profondo.. mi è piaciuto molto..bravissimi..in molti momenti toccante, e cosi vero! testo intenso e attori super” Valentina

“E’ stato bellissimo ed emozionante tornare a teatro. E poi, lo spettacolo mi ha emozionata ulteriormente… ❤️ L’ho trovato molto vero, molto sentito… Tutti i tre attori naturali e molto nei personaggi. La scenografia molto d’impatto e “bella”. Le musiche che fanno volare il cuore. E infine, una tematica che poco si tratta e che ha un’importanza profonda. Insomma, uno spettacolo che va “vissuto”, che ti fa riflettere sulla tua vita, sulla morte, sul rapporto con i tuoi genitori, sugli anziani e su quanto valore abbia l’amore e la protezione che possiamo/dobbiamo avere per loro. GRAZIE a Modus ❤️ Una bella botta di energia in un periodo difficile ❤️”  Marisol

“Stamattina sto ascoltando Bach, e non in cuffia! Bellissimo spettacolo ieri sera, complimenti” Silvia

“Come sostenitori di Modus e amanti della cultura e del teatro vogliamo segnalarvi questo spettacolo “Le Ultime Lune”. L’eterno che accompagna il nostro quotidiano, le difficoltà e le gioie di rapporti, il “dentro” segreto di un personaggio simile a tanti altri…DA VEDERE…E RIVEDERE!” Easytech (Azienda sponsor di Modus)

“Mi è piaciuto molto, fa riflettere e ci accompagna nei pensieri dei giorni successivi… uno spaccato dì realtà davvero ineccepibile!!!” Virginia


GALLERIA FOTOGRAFICA

Foto di Enrico Zoccatelli

in calendario


Per riduzioni sui biglietti, promozioni e convenzioni si veda la pagina biglietti


ISCRIZIONE NEWSLETTER


Per essere sempre aggiornati su variazioni e novità di eventi, sia presso modus che in altri spazi teatrali invernali ed estivi, e per iniziative, promozioni e sconti, iscrivetevi alla newsletter di modus.
Clicca qui per iscriverti


L'Evento fa parte del percorso

Blog Post Correlati

Le ultime lune Teatro Modus Verona
“LE ULTIME LUNE”, I COMMENTI DEL PUBBLICO

“Lo spettacolo mi è proprio piaciuto. Una bella amalgama di interpretazione tra i tre attori. A differenza di quanto mi aspettavo avendo letto la presentazione, non è triste: è intenso, toccante e su un tema forte… ne sono uscito rafforzato e con una bella lezione di vita in tasca. E dopo una tale astinenza da spettacoli, poterselo godere a un metro dal palco ha aumentato l’emozione. Bello! Forza!” Giovanni “Spettacolo... Leggi Tutto [...]


Main Sponsor e Partner della Stagione Culturale


repliche compiute

  • sab 01 mag 2021
  • dom 02 mag 2021
  • ven 07 mag 2021
  • sab 08 mag 2021
  • dom 09 mag 2021
  • ven 14 mag 2021
  • sab 15 mag 2021
  • dom 16 mag 2021
  • ven 21 mag 2021
  • sab 22 mag 2021
  • sab 25 set 2021
  • dom 26 set 2021
  • ven 01 ott 2021
  • sab 02 ott 2021
  • dom 03 ott 2021